Come stimolare la crescita della barba

Come stimolare la crescita della barba

Maggio 7, 2020 0 Di admin

L’immagine dell’uomo con la barba è diventata con gli anni un’icona. Gli uomini la bramano in quanto consente loro di avere più fascino e dunque, più autostima; recenti sondaggi mostrano invece come 8 donne su 10 preferiscano un uomo con la barba, piuttosto che completamente rasato. Certo, questo discorso cade nel momento in cui la peluria sul viso è scarsa, a chiazze o mal tenuta. 

Tuttavia, ci sono uomini che non possono avere colpe: la barba non cresce a tutti nello stesso modo. Queste problematiche si estendono maggiormente negli adolescenti, con la crescita della prima barba, spesso disomogenea e che presenta qualche buco qua e là. La prima regolare da tenere bene a mente è non avere fretta: un tempo totale di crescita non è mai inferiore alle 4 settimane. Nell’attesa, potete comunque prendervene cura con pochi ma utili accorgimenti, che vi faranno notare da subito la differenza ed altri che richiederanno più tempo del previsto.

  1. Avere una maggiore cura e pulizia 

Sapendo che la crescita della barba dipende soprattutto da una questione di ormoni, se sei un adolescente ed in quanto tale in periodo di crescita, non devi avere timori. Attendi il tempo necessario, tieni pettinati i peli in modo che possano coprire gli spazi vuoti e non preoccuparti di altro.

Che tu sia un ragazzo giovane oppure un uomo più maturo, ci sono degli accorgimenti che puoi rispettare per far avanzare questo processo. Innanzitutto, per quanto possa sembrare una frase scontata, mangia sano! Non è un segreto infatti che i benefici di un’alimentazione corretta siano molteplici e si notino sul corpo. Ciò che stimola la crescita della barba, così come quella dei capelli, sono le vitamine, in particolare quelle appartenenti al gruppo B: consigliamo dunque il consumo di alimenti come pesce, riso, cereali, soia, noci e verdure a foglia verde.
Permetti a te stesso di svolgere attività fisica per poter sfogare lo stress e di dormire tra le 7 e le 8 ore per notte: un corpo allenato e ben riposato, si vede da fuori e si sente da dentro. 

Prenditi cura della tua pelle occupandoti della sua detersione e dei trattamenti necessari. Utilizza creme idratanti di qualità e scrub per diminuire fastidio e prurito dati dal contatto dei peli con il viso. Così facendo esfolierete la pelle del viso in modo corretto, permettendo alla vostra barba di crescere in serenità senza essere ostacolata da residui di cellule morte, riducendo inoltre arrossamenti ed irritazioni. Informati o chiedi consiglio ai professionisti del mestiere. Una volta che sarai riuscito a far crescere la tua barba del tutto o quasi, non interrompere le tue buone abitudini, persevera e fai uso di prodotti poco invasivi, ancora meglio se naturali, che possano rendere setosa la tua barba.

Seguendo queste semplici regole di pulizia e cura personale con impegno e costanza, vi accorgerete di come è possibile migliorare in modo del tutto sano e naturale il vostro corpo e la vostra barba.

  1. Gli integratori alimentari e le cure mediche

Se comunque trovate qualche difficoltà nel controllare la vostra dieta, potete cercare valido aiuto nell’assunzione d’integratori. Attenzione, ricorda che ognuno di noi ha caratteristiche fisiologiche che lo differenziano dagli altri, pertanto è sempre consultarsi con il proprio medico di base prima di usufruirne, in modo che possa consigliarvi il prodotto più adatto a voi.

L’acido folico, ovvero un integratore di vitamina B9, aiuta la crescita dei peli così come dei capelli, migliorandone la struttura e dunque rafforzandoli. É inoltre consigliata l’assunzione di prodotti che contengano la vitamina H, o vitamina B7, presente in prodotti quali vitello, pollo, uova, pesce e formaggi. Questa vitamina, che viene comunemente chiamata biotina, viene utilizzata all’interno d’integratori adatti a migliorare la resistenza di unghie e capelli. Non dimentichiamoci di assumere calcio in buone quantità. Questo sale minerale viene spesso associato alle vitamine del gruppo B nella produzione dei multivitaminici.

Consultandovi con un professionista, scoprirete altre numerose soluzioni da poter adottare per far crescere la vostra barba. Tra le tante, parliamo in questa sede di minoxidil, conosciuto anche come Rodaine: si tratta di uno stimolatore per la crescita dei peli ed in quanto tale, viene utiliziato anche per rallentare la calvizie degli uomini. Come ogni medicinale ha però le sue controindicazioni e, se non usato correttamente, potrebbe comportare una perdita meggiore dei peli. 

Se avete già sentito parlare del testosterone, saprete sicuramente che si tratta dell’ormone maschile che determina molte caratteristiche fisiche dell’uomo, tra cui appunto la barba. Esistono pertanto delle cure ormonali che possono aiutare nella risoluzione di questo problema ma prima, bisogna chiarire un fattore importante: questo genere di cura deve essere tenuta sotto controllo da un endocrinologo e può essere prescritta solo dopo aver valutato un basso livello di testosterone nel corpo. 

Chiedendo il parere di un chirurgo estetico oppure un dermatologo, è possibile provare il microneedling, ovvero un trattamento particolare usato anche per curare l’acne tramite piccole punture atte a sviluppare i follicoli piliferi e la conseguente crescita dei peli.

Avete mai sentito parlare del trapianto dei capelli? Bene, lo stesso procedimento può essere applicato nei confronti della barba. Stiamo però parlando di una soluzione un po’ invasiva, in quanto ritenuta un vero e proprio intervento, perciò tenetela presente ma datele l’ultimo posto nella vostra lista delle priorità.Ci raccomandiamo: non fate di ogni problema qualcosa di irrisolvibile, le alternative esistono e vanno valutate con attenzione. Tenete duro e non arrendetevi, i risultati possono comparire dopo molto tempo ma, non temete, arriveranno.