Elettroporazione: Controindicazioni e a cosa serve

Elettroporazione: Controindicazioni e a cosa serve

Aprile 4, 2020 0 Di admin

L’elettroporazione è un trttamento non invasivo che applica corrente elettrica sulla pelle per aprire pori e permettere il passaggio di principi attivi e sostanze nutritive.

I leggeri impulsi elettrici che vengono trasmessi sulla pelle permettono al principio attivo del cosmetico usato di entrare in profondità, in modo di essere più efficace per il trattamento ed il risultato che si desidera ottenere. Si tratta di un procedimento più evoluto dei massaggi linfodrenanti, per fare un’esempio.

Un manipolo con un roller al suo interno veicola i principi attivi attraverso le scariche elettriche che trasmette, dilatando i pori della pelle e creando dei canali attraverso i quali passano e sostanze nutritive che vengono usate per combattere l’inestetismo che si sta trattando nelo specifico.

Si tratta di sedute che vanno dai 20 ai 30 minuti per il viso, iniziando da una pulizia del viso e uno scrub preliminare, prima dell’elettroporazione, fino a un’ora nel caso di trattamenti per il corpo, perché le aree trattate possono essere molto più estese: braccia, addome, gambe, glutei e seni.

In genere i cici di elettroporazione sono composti da 10 sedute con cadenza mensile, o settimanale, e vengono decisi assieme allo specialista che effettua il trattamento.

Quando parliamo di elettroporazione per il viso andiamo a contrastare l’invecchiamento cutaneo, combattendo e rughe, tonificare la pelle per donare elasticità nuova persa nel tempo, limitare e abbassare le macchie, le occhiaie e le borse, andare a migliorare sensibilmente il problema di cicatrici visibili e segni sulla pelle determinati dall’acne.

Nel caso di elettroporazione per il corpo, viene utilizzata per combattere la cellulite, adiposità localizzate, tonificare e rimodellare la superficie della pelle, rassodamento, contrastare e combattere le smagliature, tendendo quindi a donare un ringiovanimento della pelle, rendendola più compatta e levigata. I tessuti del corpo risultano quindi elastici, tonici e i benefici sono abbastanza immediati. In genere il trattamento della cellulite avviene in sinergia con altri come l’applicazione di ultrasuoni.

Quali sono gli effetti collaterali dell’Elettroporazione?

In genere non è possibile applicare questo tipo di trattameno in soggetti con patologie cardiache, date le scosse elettriche, a chi ha pacemaker, apparecchi acustici e impianti dentali. Le donne in gravidanza non possono essere sottoposte al trattamento.

Non ci sono effetti collaterali di sorta, a parte dei piccoli arrossamenti che si esauriscono nell’arco di ventiquattro ore.

In genere anche i soggetti che hanno protesi metalliche vicine alle zone da trattare non possono sottoporsi ad elettroporazione. Un’altra sensazione temporanea può essere un leggero sapore metallico in bocca.

E’ sempre bene fare un’anamnesi della situazione del cliente o del paziente da trattare per valutare se può o non può sottoporsi al trattamento.

E tu, hai mai provato l’elettroporazione estetica?